Sede in Pavia - Via Siro Comi, 10 - 27100 Pavia - Tel.3487018310 - 3493980949
infoatpaviainseriea.it

 

 

  home UpPavia 2001

UpPavia 2009 UpPavia 2008 UpPavia 2007 UpPavia 2006 UpPavia 2004 UpPavia 2003 UpPavia 2002 UpPavia 2000
 

 
 
 

Pavia - Orti Borromaici - Via Darsena
19-24 giugno

Festival
     UpPavia
             
2001
Seconda edizione

 

PREMESSA

L’associazione paviainseriea si occupa della promozione del progresso culturale, sociale, economico ed ambientale dell’area pavese e dei suoi abitanti. L’ambizioso obiettivo può essere raggiunto nel medio-lungo periodo attraverso azioni concertate con le realtà già operanti sul territorio (associazioni, comitati, gruppi o singoli cittadini, ecc.) negli ambiti più diversi. L’associazione intende promuovere una più costruttiva collaborazione tra gli Enti e le Istituzioni al fine di valorizzare la città in cui viviamo.

Dopo il successo registrato dalla prima edizione del festival benefico UpPavia dell’anno scorso, l’associazione paviainseriea è orgogliosa di presentare il Rendiconto della seconda edizione, denominata “UpPavia2001”, che si è svolta a Pavia nella suggestiva atmosfera del giardino medievale degli Orti Borromaici dal 19 al 24 Giugno 2001. La manifestazione si proponeva tre obiettivi fondamentali:

1.   raccogliere fondi a favore del Comitato di Coordinamento Pavese per i Problemi dell'Handicap-Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS). Il profitto relativo all’iniziativa è stato interamente devoluto al finanziamento di un programma sull'educazione alla diversità, denominato"Diversamente Uguali", proposto dalla suddetta Onlus nelle
 scuole dell'obbligo;

2.   ospitare contributi artistici di realtà extra-cittadine per favorire l’interscambio culturale, realizzando un festival musicale che, sebbene sia stato organizzato in economia, ha raggiunto dimensioni  d’importanza nazionale ed ha raccolto giudizi assolutamente lusinghieri dai partecipanti e dai media;

3.   fornire spazi d’espressione alle realtà artistiche dell’area pavese, giovanili e non, favorendo la partecipazione dei cittadini alla vita culturale.
Il programma musicale è stato definito dopo aver contattato via internet oltre 300 gruppi giovanili in tutta Italia. I gruppi finalisti sono stati selezionatisulla base dei meriti artistici (valutati sulla base di MP3, demo e CD pubblicati) e degli aspetti motivazionali. La risposta è stata superiore alle aspettative sia quantitativamente che qualitativamente e riteniamo di aver proposto un programma musicale assolutamente valido. Hanno partecipato formazioni generalmente giovani dal punto di vista anagrafico, ma che avevano già avuto modo di partecipare, ben figurando, a selezioni ed a concorsi musicali a livello locale e nazionale. Ringraziamo i gruppi che si sono esibiti a fronte di un semplice rimborso spese, o addirittura gratuitamente, per avere dimostrato una particolare sensibilità nei confronti delle tematiche affrontate. La manifestazione ha offerto, oltre alle serate musicali, spettacoli di arte, esposizioni e serate  gastronomiche. Nel pomeriggio di Sabato 23 e Domenica 24 Giugno sono stati realizzati due spettacoli teatrali in collaborazione con Stefania Grossi e la compagnia teatrale “Il Labirinto”. Il festival vanta la partecipazione di numerosi gruppi artistici (tra i quali ringraziamo in particolare i famosi  Plumcake che hanno curato la realizzazione del logo della manifestazione) ed associazioni culturali e di volontariato.L’iniziativa è stata realizzata esclusivamente grazie al lavoro gratuito dei nostri soci, degli amici del Coordinamento ed alla disponibilità degli Enti sostenitori, che ringraziamo (patrocinio del Centro Servizi per il Volontariato di Pavia, del Comune di Pavia, dell'Azienda di Promozione Turistica e del servizio Adim del Centro Sociale Cazzamali).
Auspichiamo che in futuro gli Enti Pubblici, partecipanti e non, riconoscano l’utilità sociale e culturale di queste forme organizzative spontanee e gratuite, eppure organizzate in forma professionale. Il limitato ammontare dei contributi assegnatici stride con il dato di fatto che 
UpPavia2001 niente ha da invidiare a manifestazioni dai costi di gran lunga più elevati, se non le ingenti spese pubblicitarie e l’impegno personale degli amministratori della nostra città.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE:

Riteniamo che la manifestazione abbia raggiunto appieno i propri obiettivi:

-          sono stati raccolti fondi sufficienti a coprire le ingenti spese di gestione ed il disavanzo residuato può considerarsi soddisfacente in relazione alle necessità evidenziate dal progetto del Comitato di Coordinamento Pavese problemi dell’Handicap Onlus;

-          l’ambiente artistico, culturale e umano all’interno della manifestazione 
è stato caratterizzato dalla massima collaborazione e ha consentito ai partecipanti di socializzare fra di loro e con gli artisti;

-          la partecipazione delle persone assistite dal Comitato di Coordinamento, ed i soci stessi, ha regalato un apporto fondamentale alla buona riuscita della manifestazione. La loro carica di umanità e simpatia ha contribuito a sensibilizzare il pubblico sulle problematiche dell’handicap.

Analizzando e comparando i flussi di cassa della manifestazione “UpPavia2001” con quelli della precedente “UpPavia2000”, si può rilevare che, sebbene  gli introiti di quest’anno siano aumentati in valore assoluto, il disavanzo attivo è diminuito rispetto a quello della manifestazione dell’anno scorso. Il minore disavanzo attivo è stato tuttavia parzialmente compensato dalle maggiori sponsorizzazioni raccolte a nostra cura e ricevute direttamente dal beneficiario  (non comprese nel disavanzo tecnico di questo rendiconto ma da considerarsi parte della raccolta pubblica di fondi in senso lato). I risultati evidenziati dal presente Rendiconto confermano quanto avevamo previsto in sede di bilancio preventivo: la ragione principale della contrazione dell’avanzo attivo è da imputare ai maggiori investimenti attuati, direttamente ed indirettamente, per garantire un migliore livello qualitativo musicale ed artistico alla manifestazione, rispetto all’anno scorso. La scelta di proporre gruppi musicali emergenti,  provenienti da tutta Italia e assolutamente validi dal punto di vista artistico ha sicuramente causato maggiori esborsi. Tuttavia, occorre considerare che si tratta di gruppi relativamente poco conosciuti dalla stragrande maggioranza del pubblico pavese. La nostra scelta di proporre un evento socio-culturale completamente diverso dagli standard a cui la cittadinanza è abituata, non solo necessita di essere assorbito gradualmente nel tempo, ma richiede anche la disponibilità di maggiori risorse economiche da destinare alla pubblicizzazione dell'evento. Ne consegue che risultati di gran lunga migliori rispetto a quelli realizzati, possono essere raggiunti solo nel medio-lungo periodo ed in presenza di un appoggio più convinto da parte delle Istituzioni. Era infatti nostro intendimento iniziale quello d'inserire nel programma di UpPavia2001 almeno una serata dedicata ad un gruppo musicale di richiamo nazionale, che ci avrebbe consentito di dare grande risonanza a tutta la Manifestazione, a livello locale, ma soprattutto regionale, e di beneficiare d'un sicuro e considerevole aumento di pubblico. 
Sfortunatamente non ci è stato possibile realizzare l'idea per la mancanza di fondi disponibili (gli ingaggi minimi partono da 25mil.Lit.).  

La nostra associazione ringrazia tutti i partecipanti ed i sostenitori della manifestazione per il loro prezioso aiuto, che ci ha consentito di devolvere al Comitato di Coordinamento ben Lit. 9.211.666 (di cui Lit. 5.200.000 derivanti da contributi diretti al Comitato di Coordinamento, raccolti a nostra cura).

Va inoltre ricordato l’impegno dei nostri soci ed amici dell’associazione paviainseriea per l’impegno, la dedizione e la responsabilità dimostrate: senza il loro lavoro volontario e gratuito questa manifestazione non avrebbe raggiunto gli scopi istituzionali prefissi.

Pavia, 3 Ottobre 2001

Obiettivi raggiunti

La manifestazione “UpPavia2000” si proponeva tre obiettivi fondamentali: 

1.  raccogliere fondi a favore dell’Anffas (Associazione Nazionale Famiglie Disabili Intellettivi e Relazionali). Il profitto relativo all’iniziativa nel suo complesso è stato interamente devoluto al finanziamento del Programma Vacanze, che ha consentito a portatori di handicap gravi con difficoltà economiche di poter passare un periodo di vacanza estivo con accompagnatori qualificati.

2.  ospitare contributi dalle realtà extra-cittadine per favorire l’interscambio culturale;

3.  fornire spazi d’espressione alle realtà artistiche cittadine giovanili e non, favorendo la partecipazione dei cittadini alla vita culturale.

Riteniamo che la manifestazione abbia raggiunto i propri obiettivi:

-  sono stati raccolti fondi sufficienti a coprire le ingenti spese di gestione e il disavanzo residuato può considerarsi soddisfacente;

-   l’ambiente artistico, culturale e umano all’interno della manifestazione è stato caratterizzato dalla massima collaborazione e ha consentito ai partecipanti di socializzare fra di loro e con gli artisti;
-   le persone assistite dall’ANFFAS, I soci dell’ANFFAS e i volontari del GVA hanno regalato un apporto fondamentale alla buona riuscita della manifestazione con la loro carica di umanità e simpatia e hanno contribuito a sensibilizzare il pubblico sulle problematiche dell’handicap.

Ringraziamenti

La nostra associazione ringrazia tutti i partecipanti e i sostenitori della manifestazione, in particolare il Comune di Pavia e l'Azienda di Promozione Turistica, per il loro prezioso aiuto che ci ha consentito di devolvere all'ANFFAS ben Lit.10.526.750.Un ringraziamento va anche agli amici dell'ANFFAS con in prima linea la presidentessa, Carla Torselli, e il gruppo dei volontari per il ruolo attivo svolto a favore dell'iniziativa. Va inoltre ricordato l’impegno dei nostri soci e degli amici dell’associazione paviainseriea per l’impegno, la dedizione e la responsabilità dimostrate: senza il loro lavoro volontario e gratuito questa manifestazione non avrebbe raggiunto gli scopi istituzionali.